3927122463

  • Facebook Social Icon
  • Instagram Social Icon
  • YouTube Icona sociale

©2018 by Legendary Wines Consulting

MEDIA

PARLANO

DI NOI

La grande mole di lavoro, fatta negli ultimi decenni dalle più disparate organizzazioni di educazione al gusto, ha prodotto una nuova generazione di consumatori di Vino che sempre più cerca vini che raccontino una storia. (...)

GUSTO

CAMPANIA

Ritorno alle origini

Alla ricerca del vino perduto

VINI SENZA “SOLFITI” AGGIUNTI, moda o nuova frontiera enologica? L’uso della combustione dello Zolfo per la decontaminazione dei contenitori per lo stoccaggio del vino, affonda le sue radici  in tempi remoti, ma la tecnica di aggiungere, in maniera sistematica e in forti quantità, anidride solforosa (SO2) al vino, per inibire la proliferazione di microrganismi dannosi e aumentare la resistenza ai processi ossidativi, risale ai primi del 900. (...)

ARCIMBOLDO

NEWS

La parola all'enologo

Maurizio De Simone

Pro.vit.e. è il nome del progetto di Maurizio dalla Toscana all’Etna, per la produzione di vini atipici, che rispecchiano la filosofia di un enologo che ha una visione del vino particolare, e illustra i suoi tesori che sposano la sua filosofia (...)

LUCIANO

PIGNATARO

Da Ponza al Sannio, i vini di Maurizio De Simone all'Abrax

(...) Oltre ad essere amministratore unico della società PRO. VIT.E. segue attualmente circa 14 cantine che operano in differenti territori d’Italia: dal beneventano, infatti, si passa all’isola di Ponza, da Napoli a Catania, Montalcino, e ancora Caserta e Irpinia.Differenti ambienti, vitigni e territori nei quali Maurizio De Simone riesce ad applicare uno stile di vinificazione contrassegnato dalla consapevole adozione di una “enologia di non intervento” (...)

AIS

Maurizio De Simone…l’intervista

(...) Il mercato del vino è in continua espansione e ciò ha prodotto una nuova generazione di consumatori alla ricerca di vini che raccontino una storia. Ma mentre da un lato aumenta l’offerta di vini ‘convenzionali’ altamente tecnologizzati dove l’equilibrio tra il naturale e il chimico sfocia in una piacevolezza di beva apprezzata da un vasto pubblico, dall’altro c’è un interesse di nicchia rivolto alla ricerca dell’unicità e delle sue antiche origini (...)

TERRA

E CUORE

E’ meglio un vino in smoking o in frac? La veste di un vino senza solfiti

Ho sempre privilegiato la naturalità delle produzioni insieme al rispetto per il terreno e per le piante, così a Corte dei Venti stiamo portando avanti un importante lavoro sulla fertilità dei suoli, ricostruendone la microbiologia indigena col supporto delle ricerche di un microbiologo italiano che si occupa di biotecnologie sin da inizi anni Novanta. (...)

OINOS

Tutto per la ricostruzione microbiologica dei suoli

(...) Il suo sogno è produrre vini integri e stabili senza l’ausilio dell’uso dell’anidride solforosa. Da qualche anno, dopo aver incontrato Bioma, ha iniziato a sperimentare i loro coadiuvanti naturali per il controllo antisettico e antiossidativo degli alimenti. Una società di biotecnologie svizzera che agli inizi degli anni 2000 ha cominciato a studiare molecole di origine vegetale fino a mettere sul mercato un estratto di vinacciolo dell’uva e proteine vegetali, che aggiunto al vino al posto della anidride solforosa, non solo ha permesso di avere vini microbiologicamente sani, ma anche stabili rispetto alle ossidazioni, e soprattutto senza la devastante interferenza organolettica dei solfiti. (...)

STORIE DI PERSONE

Un estratto da matrici vegetali

del tutto naturale che sostituirebbe l’uso della Solforosa

A Torre del Pagus a farmi da Cicerone è stato Maurizio De Simone, enologo di grandissima esperienza. Uno di quelli che possono permettersi di essere all’apparenza meno tecnici e più emotivi proprio grazie alle tante vendemmie affrontate. (...)

ENOICHE ILLUSIONI

Giorno 22: l'Aglianico del Taburno